Troverete qui articoli di approfondimento su uno specifico tema, così come articoli estesi dedicate ai sistemi di gioco (consoles) che hanno fatto la storia dei videogiochi e dell’intrattenimento videoludico domestico.

  • Nintendo 3DS
    Nintendo 3DS (ニンテンドー3DS Nintendō Surī Dī Esu) è una console per videogiochi portatile prodotta da Nintendo. È stata annunciata nel marzo del 2010 ed è stata svelata al E3 del 2010 quale successore del Nintendo DS. Il sistema gode di retro-compatibilità con i giochi per Nintendo DS ed è una console di ottava generazione. La caratteristica più importante della console è la sua capacità di mostrare effetti stereoscopici 3D senza l’uso di occhiali 3D o accesso addizionali, offre nuove funzionalità quali le modalità tag StreetPass e SpotPass, fornite tramite Nintendo Network; la funzionalità di realtà aumentata, usando le sue fotocamere 3D; e il servizio Virtual Console, il quale consente ai proprietari di scaricare e giocare a videogiochi originariamente lanciati su sistemi per videogiochi del passato. Il Nintendo 3DS è stato lanciato in Giappone il 26 febbraio 2011 e nel resto del mondo a partire dal marzo 2011. Meno di sei mesi più tardi, il 28 luglio 2011, Nintendo ha annunciato una riduzione significativa di prezzo, da 250 EUR/USD a 169 EUR/USD fra vendite al lancio deludenti. L’azienda ha offerto dieci giochi per NES gratuitamente ed altrettanti, gratuitamente, per Game Boy Advance tramite il Nintendo eShop ai consumatori che avevano già comprato la console al prezzo originale di lancio. La strategia è stata considerata un grande successo e la console è diventata una delle console portatili di maggior successo nei primi due anni dal suo lancio. Il 31 marzo 2021 la Famiglia Nintendo 3DS messa assieme ha venduto 75.94 milioni di unità ed i giochi per le console hanno venduto 388.55 milioni di unità fino al 31 marzo 2022.
  • Nintendo Switch
    Nintendo Switch (ニンテンドースイッチ Nintendō Suicchi) è una console per videogiochi sviluppata da Nintendo ed uscita a livello globale nella maggior parte delle regioni il 3 marzo 2017. La console di per sé è costituita da un tablet che può essere agganciato in modalità docked, tramite un’apposito dispositivo chiamato “Nintendo Switch Docking Station”, per l’utilizzo come una normale console domestica oppure come una console portatile, facendone una console ibrida. I suoi controlled wireless, chiamati Joy-con, sono dotati di pulsanti standard e croce direzionale assieme a levette analogiche per l’input e dispongono di sensori di movimento e feedback tattile, possono essere attaccati su entrambi i lati della console per supportare la modalità di gioco portatile, i Joy-Con possono essere connessi ad un accessorio d’aggancio in modo da fornire un gamepad da console tradizionale e possono essere utilizzati anche individualmente in mano come il Wii Remote ed il Nunchuk, sopportando la modalità multiplayer in locale.
  • New Nintendo 3DS
    Il New Nintendo 3DS è una console per videogiochi portatile prodotto da Nintendo. Si tratta del quarto sistema della famiglia di console portatili Nintendo 3DS, dopo l’originale Nintendo 3DS, il Nintendo 3DS XL ed il Nintendo 2DS. Il sistema è uscito in Giappone l’11 ottobre 2014, in Australia e Nuova Zelanda il 21 novembre 2014, il 6 gennaio 2015 nell’edizione speciale “Ambassador Edition”, in esclusiva per gli utenti selezionati del Nintendo Club ed al dettaglio in Europa il 13 febbraio 2015. Come per il 3DS originale, il New Nintendo 3DS ha un grande numero di varianti, il New Nintendo 3DS XL, uscito in tre regioni. In Nord America la versione “XL” è uscita il 13 febbraio 2015 mentre la versione a grandezza standard del New Nintendo 3DS è uscita più tardi, il 25 settembre 2015.
  • Come trovare grandi occasioni sui videogiochi
    …e fare fantastici affari sui siti di aste online, di annunci ma anche in modo tradizionale Collezionare videogiochi richiede tempo e tanta pazienza. Inoltre, è un hobby piuttosto costoso e “a costo crescente” a mano a mano che si aggiungono nuovi “pezzi” o quando trovi nuovi giochi che desideri aggiungere alla tua collezione. Per fortuna ci sono modi e tecniche utili da mettere in campo per risparmiare denaro e, allo stesso tempo, trovare offerte straordinarie. Di seguito riporto alcuni suggerimenti e segreti da “insider” per scovare ottime offerte sui videogiochi, non importa da dove effettui l’acquisto.
  • Come pulire videogiochi e console
    …e altri suggerimenti su come conservarli al meglio Di seguito sono riportati alcuni metodi e suggerimenti rapidi su come pulire e ripristinare i videogiochi e le console da gioco utilizzando prodotti domestici o prodotti comuni. Sono riportati alcuni metodi e suggerimenti per conservare al meglio i videogiochi e le console da gioco. ATTENZIONE: prima di cominciare la pulizia all’interno di una console da gioco con una soluzione liquida, SCOLLEGARE SEMPRE il dispositivo dalla rete elettrica per evitare rischi di cortocircuito o folgorazione. Si consiglia anche l’indossare guanti monouso (ad esempio i guanti in lattice) durante l’utilizzo dei prodotti detergenti o sgrassatori, per le operazioni che suggeriamo. Oltre ad evitare problemi o irritazione alla cute quando si usano solventi e detergenti, è il metodo in generale migliore per operare in modo professionale su articoli da collezione. Molti dei prodotti indicati di seguito sono altamente infiammabili, tossici per ingestione ed inalazione: tenere lontano da fonti di calore, superfici riscaldate, scintille, fiamme e altre fonti di innesco. Vietato fumare. Tenere il recipiente sempre ben chiuso.
  • Come individuare videogiochi falsi
    Un argomento dolente ma molto attuale quello dei videogiochi classici contraffatti. Si trovano ovunque: al mercatino delle pulci, al negozio sotto casa di oggetti usati e persino sui noti siti di vendita online e sui siti di aste e, forse, sono anche mescolati all’interno della tua collezione personale e non lo sai! I malfattori che li producono li stanno sempre più sfornando e diffondendo, ciò significa che il mercato diventerà sempre più saturo di falsi con il passare del tempo. Se hai il desiderio di collezionare videogiochi, dovrai imparare a riconoscere le contraffazioni per starne alla larga. Contraffare significa imitare qualcosa di autentico mediante la replica non autorizzata di un prodotto originale, e spesso è realizzata con l’intento di sfruttare il valore superiore del prodotto imitato ottenendo un vantaggio economico, commercializzando il prodotto ad un prezzo ridotto. È bene precisare che la contraffazione in Italia è un reato di natura economica. La contraffazione dei videogiochi, come i bootleg in ambito musicale, è un fenomeno legato alla pirateria del software molto vecchio. Tanto vecchio quasi quanto i videogiochi stessi. Esistono imitazioni dei videogiochi per l’Atari 2600 (periodo di vita 1977-1992), così come le cartucce “100 in 1” per il Nintendo Entertainment System (periodo di vita 1985-1995, Famicom: 1983-2003) e nel tempo è stata prodotta una quantità tale di CD-R per Playstation che se allineata in fila coprirebbe la stessa distanza Terra-Luna e ritorno. I bootleg di un tempo, cioè le copie amatoriali o più o meno professionali di videogiochi, distribuite in forma non ufficiale e (nella maggior parte dei casi) gratuitamente, erano facilmente identificabili per le loro caratteristiche e la loro scarsa qualità complessiva. In punto era che, trascurando le questioni legali ed etiche, assieme alle responsabilità del venditore e dell’acquirente, la maggior parte delle persone che li acquistava sapeva che fossero falsi; queste persone volevano semplicemente giocare al gioco.